Consorzio di Bonifica
System Management

Il cliente

ll Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca è un ente di diritto pubblico la cui costituzione risale al 1955.
Opera in base a quanto previsto dalla Legge dello Stato (Regio Decreto 13.2.1933 n°215) dal Codice Civile (art.862) e dalla più recente legge regionale n°31/08, per assicurare lo scolo delle acque, la difesa del suolo, la tutela delle risorse idriche e naturali, l'irrigazione e la valorizzazione di un comprensorio, classificato di bonifica.
L'estensione del comprensorio e' di ha. 76031.00.00 , comprendente in tutto o in parte il territorio di 105 Comuni, appartenenti alle provincie di Bergamo, Brescia, Cremona e Lecco.

Si tratta dell'area che si sviluppa dalle pendici delle Prealpi Orobiche (delle quali comprende una superficie di circa 3.000 ha.) e discende lungo la sponda sinistra del Fiume Adda (da Brivio a Fara Gera d'Adda) da una parte e dall'altra lungo la sponda destra del Fiume Oglio (da Castelli Calepio a Calcio) estendendosi a sud fino al confine con la provincia di Cremona.
Interessa una popolazione complessiva di circa 700.000 abitanti, con un numero di Ditte Consorziate pari a circa 270.000.
Per le attività svolte, lo Stato e le Regioni riconoscono al Consorzio una funzione pubblica, concedendo direttamente finanziamenti per la costruzione di nuove opere e contributi per la manutenzione delle opere di bonifica e di irrigazione.

Scarica il pdf della case history

Sito web

www.cbbg.it

Settore Merceologico

Ente di diritto pubblico, per assicurare lo scolo delle acque, la difesa del suolo, la tutela delle risorse idriche e naturali, l'irrigazione e la valorizzazione di un comprensorio, classificato di bonifica.

Regione

Lombardia

Numero Dipendenti

circa 50

Dati case history

Il cliente tramite la gara svoltasi a Luglio 2018 ha ricercato un partner cui affidare in “full outsourcing” la gestione degli applicativi software e dell’infrastruttura informatica del Consorzio che risulta essere composta da 39 server fisici e virtuali, 73 postazioni di lavoro fisiche e 21 virtualizzate e dall'insieme degli apparati di rete necessari al funzionamento della stessa.
L’esigenza principale può quindi essere ricondotta alla volontà di avere un unico interlocutore di livello cui affidare il governo dell’ambito ICT potendo concentrare il personale interno sull'erogazione del core business dell’Ente.


Soluzioni Adottate

E' stato istituito un modello di erogazione del servizio di System Management che prevedesse:
- Accesso a Service Desk per apertura ticket
- Presidio on site per interventi di manutenzione hardware e supporto utenti
- Presidio sistemistico remoto a garanzia della Business Continuity
- Assistenza da remoto su infrastruttura server per gestione Incident e gestione evolutiva dell’infrastruttura
- Monitoraggio proattivo dell’infrastruttura server e di rete
- Accesso a servizio di Reperibilità telefonica per interventi fuori orario

Benefici ottenuti

- Intervento proattivo sull’infrastruttura al raggiungimento di soglie di criticità in termini di capacità elaborativa e spazio disco
- Verifica della correttezza dell’esecuzione del piano dei salvataggi
- Supporto H24

Prodotti utilizzati

- SysAid per la gestione del Trouble Ticketing
- Check_MK per il monitoraggio dei server e della rete